Diminuiamo l’ inquinamento, rendiamo più belli i nostri edifici , aumentiamo il valore delle case in cui sorgono e creiamo degli spazi condominiali di condivisione.

Il vostro condominio ha una terrazza che non sapete come sfruttare? Dalla finestra vedete il tetto dell’autorimessa con quella orribile pavimentazione vetusta ed anti estetica? Siete ancora in tempo! Il 2016 è l’anno ideale per realizzare un giardino pensile sul tetto del vostro condominio o del garage condominiale e perfino nei parcheggi. Perché? Bè perché per tutto l’anno infatti, se l’intervento rientra nel risparmio energetico invernale, usufruirete del bonus fiscale con una detrazione Irpef del 65 per cento ,altrimenti la detrazione sarà del 50 per cento se si tratta di un’opera di semplice ristrutturazione edilizia; infatti La Legge di Stabilità 2016 ha prorogato le detrazioni fiscali fino al 31 dicembre.

Ma cos’è un giardino pensile?
Il giardino pensile (o verde pensile) è un’area di suolo vegetale che non ha diretto contatto con il suolo naturale. Un giardino pensile viene infatti realizzato al di sopra di una struttura architettonica, piana o inclinata, non necessariamente sopraelevata rispetto al livello del terreno (o piano di campagna), es. sopra il solaio di copertura di autorimesse interrate; richiede la predisposizione di un sistema di drenaggio dell’acqua, così come spesso viene dotato di un sistema di irrigazione artificiale e, oltre alla funzione decorativa, permette di migliorare il microclima del volume sottostante (es. tetto verde, utilizzato per l’isolamento termico grazie all’inerzia termica del terreno e della coltre vegetale).

Quindi ci sono DIVERSI VANTAGGI realizzando GIARDINI PENSILI E TETTI VERDI : Innanzitutto ci sono vantaggi economici: a parte il bonus fiscale, ci sono vantaggi nel risparmio energetico in quanto aiuta l’isolamento termico, assorbe i rumori, trattiene l’acqua piovana, mantiene
la biodiversità, riduce le emissioni di anidride carbonica. Poi ci sono i benefici estetici, che riguardano sia l’edificio sia il complesso dell’arredo urbano circostante. Tuttavia anche questo comporta un vantaggio economico in quanto la casa, o l’intero palazzo, aumentano di valore. E ciò perché con le coperture vegetali è possibile rientrare nella classe A, la più alta, degli edifici ad alto risparmio. Tirando le somme, il giardino pensile è un accumulo di convenienze, da tenere presente anche sulla base dei costi per gli interventi. Grazie ai progressi della tecnologia, la spesa delle coperture vegetali è diminuita, dipende soprattutto dal tipo di vegetazione scelta.

Insomma considerate l’idea di avere a disposizione uno spazio di condivisione del vivere civile, nel quale ritrovare la sensazione delle mani nella terra, convivialità e relax; volendo ci si potrebbe perfino fare un orto collettivo che fa tanto tendenza.

Oggi la coltivazione dell’orto è una pratica sempre più diffusa che risponde a nuove esigenze: avere prodotti buoni e sani,così nascono gli orti urbani, metafora di un verde che può stare anche non in campagna, per esempio in città sul balcone, in condominio, a scuola, in azienda… L’orto urbano è un luogo moderno dove si coltivano la sostenibilità e la coesione sociale. Magari le riunioni condominiali saranno meno bellicose!